“Zoccola” (dicembre 2011)

Marmo di Carrara – varietà Calacatta

Sono stato attrato da questo marmo per la sua struttura ricca di venature, mi é stato regalato dallo scultore Michele Bruni.
Come alcune altre, sono stato vincolato dalla forma del marmo, quindi non ci sono le proporzioni, per togliere meno materia (era di forma triangolare) ho deciso di fare una parte di un corpo di donna.
Siccome mancava materia per fare la testa, ho deciso di fare un fiore al suo posto, lavorandolo ho visto che mi avvicinavo più ad uno zoccolo e siccome era su un corpo di donna l’ho chiamata zoccola e quindi ho fatto anche i piedi come se fosse un’unico zoccolo.
Non ha nessun intento volgare e offensivo nei confronti delle donne ma é stato semplicemente un caso.
La scultura assieme ad un’altra (Orecchione) é esposta nella vetrina dell’erboristeria “I Naturali” in Via Bossi 10 a Chiavenna (ringrazio la titolare Anna Perrone per la sua gentilezza e disponibilità)

L’Umanità (ottobre 2002)

lumanita-modif.jpg 

Dimensione: 50 x 50 – tecnica: acrilico su tela

La donna egizia rappresenta la civiltà antica, il fiume in cui si specchia rapresenta il Nilo ed é fatto a forma di piramide.

Il cielo é fatto a forma di piramide rovesciata.

La mano che pugnala rappresenta la civiltà moderna piena di violenza. La donna egizia cerca di sconfiggerla attraverso il suo fluido.

La mano che si protende verso la donna rappresenta il futuro, impersonato da un androide che cerca di salvare il mondo dalla negatività.