Fiorluca (maggio 2008)

Dimensioni: 50 x 70 – tecnica: pastelli + acrilico

Avevo fatto questo quadro e l’avevo donato in occasione della mostra benefica organizzata da Don Giuseppe Paggi, parroco della chiesa di S Fedele di Chiavenna, che si svolgeva da sabato 31 maggio a domenica 15 giugno, il ricavato era devoluto alla chiesa.

Dopo qualche giorno l’ho ritrato da questa manifestazione per mancanza di correttezza. Mi hanno fatto portare in esposizione la mia scultura “Vita spezzata”, dopo avergli spiegato cosa rappresentava ed il relativo significato, dicendo chiaramente di non farmela portare per niente.

Risultato: Dopo pochi minuti mi ha chiamato il prete dicendomi che una persona non la voleva, vado a riprenderla e mi si dice che va bene che non c’é più problema, quindi non l’ha porto via.

Dopo qualche giorno me la trovo coperta da un grande pannello, passo il giorno dopo é ancora coperta, quindi vado, ritiro la scultura ed il quadro.

Non é il modo di comportarsi, io credo molto nella parola data, nella sincerità, purtroppo questa società…

3 pensieri su “Fiorluca (maggio 2008)

  1. Ciao Luca, mi piace tantissimo il tuo blog, ti ringrazio molto per avermi mandato l’indirizzo.
    Sono d’accordo con te: non era assolutamente il modo di comportarsi!!! la tua scultura “Vita spezzata” è davvero molto significativa, e poteva fare capire molto a chi gioca con leggerezza con la propria vita (e con quella altrui).
    Avrebbero dovuto fare solo una cosa: ringraziarti per il tuo contributo e per la tua intenzione generosa.
    Pero’ non sono d’accordo col primo commento.
    E’ assurdo tacciare TUTTO il clero di ipocrisia: un altro prete ti avrebbe sicuramente ringraziato e ti sarebbe stato riconosciente per il tuo contributo. I pregiudizi non devono mai esistere, sia quelli contro i preti, sia quelli contro QUALSIASI altra categoria di persone.

    Ti saluto con affetto, ci vediamo a Chiavenna.

    Un abbraccio! Lorenza.

  2. Il quadro FIORLUCA secondo mè, è molto bello, sia per i colori che hai utilizzato sia per l’idea (cose che a mè non verrebbero mai in mente).
    Quei preti o frati o cos’è poi hanno fatto un grosso sbaglio a coprirti l’opera “VITA SPEZZATA”, sono in oltre stati molto scorretti prima di tutto ad non avvisarti e sconda cosa a non averti dato neanche mezza spiegazione. Che sarebbe stata ben gradita.

    Saluti Eleonora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...